GastroINKLUSIV – Nuovi modelli per un insegnamento inclusivo negli istituti professionali

Secondo l’OMS, il 15% della popolazione mondiale convive con una disabilità. Per l’occupazione in Europa è assolutamente necessaria una partecipazione di successo delle persone con necessità specifiche alla formazione professionale e al mondo del lavoro. Il diritto alla formazione professionale deve essere concepito in modo da offrire adeguate proposte formative a persone con e senza disabilità, e allo stesso tempo soddisfare il bisogno di personale qualificato nel mondo del lavoro.

L’obiettivo del nostro progetto GastroINKLUSIV è di indicare modalità esemplari di apprendimento inclusivo per la formazione professionale in ambito gastronomico. Istituti professionali, enti di formazione e aziende svilupperanno perciò modelli di apprendimento e suggerimenti per scuole e aziende attive in questo campo.

Paesi interessati: Germania, Austria, Italia
Periodo: 2016-2018
Partner a Berlino/Brandenburg: EPIZ Entwicklungspolitisches Bildungs- und Informationszentrum e.V. (Lead Partner), BGZ Berliner Gesellschaft für internationale Zusammenarbeit mbH, BIS Netzwerk für betriebliche Integration und Sozialforschung e.V., OSZ Oberstufenzentrum Dahme-Spreewald, Hotel Palace Berlin
Partner transnazionali: a Wien (AT): BAOBAB – Globales Lernen, Berufsschule für Gastgewerbe, Kuratorium Wiener Pensionisten-Wohnhäuser, a Vicenza (IT): Eurocultura, Berufsschule Pia Società San Gaetano, Weinkellerei Vignaioli Contrà Soarda

 Come consulente di formazione competente per i professionisti gastronomici
mi sento in dovere di sostenere il progetto GastroINKLUSIV perché l'istruzione e l'educazione sono da considerarsi beni pubblici a cui una società democratica deve consentire l’accesso senza distinzioni. Inclusione significa che in una società l’accesso all'istruzione e alla formazione non è negato sistematicamente alle persone solo per via delle loro caratteristiche individuali. I giovani si avvicinano e partecipano alla vita economica del Paese solo attraverso la formazione e, grazie a questo progetto, possono formarsi nuove figure professionali del settore.

Andreas Truglia, Camera di commercio e industria Berlino